Maria do Carmo da Santíssima Trindade – M. Carminha

Maria-do-Carmo-da-Santissima-Trindade-M.-Carminha

Cenni biografici della Serva di Dio Maria do Carmo da Santíssima Trindade – M. Carminha –
(1898-1966)

Carmen Caterina Bueno nacque in Itu, Stato di San Paolo (Brasile), il 25 novembre 1898. I suoi genitori erano Teotônio Bueno e Maria do Carmo Bauer. La madre si sposò molto giovane, a soli 15 anni. Dopo poco tempo venne alla luce Carmen, la madre, molto giovane, ebbe gravi problemi di salute. La piccola Carmen dovette dunque trasferirsi, insieme con la nonna paterna, in Campinas.
La Serva di Dio trascorse la sua infanzia in Campinas, è in questa città che conobbe anche Francisco Borja do Amaral, che diventerà Vescovo di Taubaté. In questo periodo Carmen viveva un po’ con la nonna e un po’ con la sua famiglia.
Nel 1916 Carmen, insieme con la nonna, si trasferirono nella isola di Paquetá, nella Baia di Guanabara.
Successivamente la Serva di Dio fa il suo ingresso nel Collegio Sion di San Paolo e il 23 settembre 1917 decide di dedicare tutta la sua vita al Signore e alla Vergine Maria.
Fin dalla giovinezza si distinse per il suo grande amore verso il Signore e la Chiesa, allo stesso tempo dedica molto tempo ai suoi studi; parla e scrive perfettamente il francese, scrive piccole opere letterarie e apprende l’arte della pittura.
La svolta della sua vita spiriutale avvenne dopo la lettura di “Storia di un’Anima”, è allora che deciderà di diventare come Santa Teresa di Lisieux, Carmelitana.
Il 21 aprile del 1926 decide di fare il suo ingresso nel Carmelo San Giuseppe di Rio de Janeiro. Riceverà il Santo Abito il 24 ottobre 1926 e come nome religioso verrà chiamata Suor Maria Carmela della Santissima Trinità.
Dopo i primi anni nel Monastero esercitò l’Ufficio di Maestra delle novizie, sub-Priora e infine Priora
In tutto questo periodo si distensa per la sua grandissima umiltà. Era la prima ad esercitare anche i lavori più umili. Era la prima a dare l’esempio di umiltà e pazienza verso tutte le monache.
Nel 1949 tornò ad essere maestra delle novizie, fu il periodo in cui cominciarono i suoi gravi problemi di salute.
Nel 1952 nuovamente dirige il Carmelo e sarà lì che nascerà l’idea della fondazione di un nuovo Monastero, il Carmelo del Sacro Volto e Pio XII che venne eretto nella Diocesi di Taubaté, il cui Vescovo era Mons. Francisco Borja do Amaral, era il 24 agosto 1953.
Partirono sei monache ad accompagnare M. Maria do Carmo, ormai per tutti Madre Carminha. Subito le monache si fecero amare da tutta la popolazione, in particolare la Serva di Dio era considerata da tutti una santa. Erano molte le persone che chiedevano di essere seguite spiritualmente da lei.
Il 12 settembre 1961, M. Carminha, lasciò la guida del Monastero a M. Antonietta Maria, ormai i suoi problemi di salute cominciavano seriamente ad aggravarsi.
Il 13 luglio 1966 la Serva di Dio si spense santamente in concetto di santità.
Già in vita erano in molti che la consideravano santa, successivamente la sua fama è andata sempre più crescendo. Sono tante le persone che chiedono la sua intercessione. Il suo tumulo è continuamente visitato.

Biografie:
Tereza Maria de São João da Cruz, O Carmelo Canta, 2010
Pe. Afonso de Sta. Cruz, A Carminha de Tremembé, 2010
Madre Thereza Maria de São João da Cruz, Carminha de Tremembé em Fotos e Poesias, 1996
Madre Thereza de São João da Cruz, Pensamentos, 2005

Attore della Causa: Monastero del Sacro Volto di Tremembé (Brasile)

Fase romana
Maria do Carmo da Santissima Trindade-M. Carminha: Apertura Atti dell’ Inchiesta Super Virtutibus per la Fase Romana presso la Congregazione delle Cause dei Santi 18 – 02 – 2013

Sito registrato nella