Bernardo Antonini

Bernardo Antonini


Cenni biografici del Servo di Dio Bernardo Antonini
(1932-2002)

Il Servo di Dio Bernardo Antonini nacque a Cimego (Trento) il 20 ottobre 1932. Era ancora piccolo, quando la famiglia si trasferì a Raldon (Verona). Nel 1943 entrò nel seminario diocesano di Roveré Veronese e fu ordinato sacerdote il 26 giugno 1955. Esercitò il primo ministero come vicario parrocchiale a S. Michele Extra (Verona). Nel 1962 ottenne la laurea in Lingue e letterature straniere moderne all’Università Cattolica e, due anni dopo, la Licenza di Dogmatica a Venegono. Dal 1956 al 1972 fu insegnante nel Seminario Minore. Nel 1975, ottenuta la licenza in Sacra Scrittura presso il Pontificio Istituto Biblico di Roma, divenne docente di tale disciplina presso lo Studio Teologico San Zeno di Verona e all’Istituto S. Pietro Martire. Inoltre dal 1980 è stato Prefetto dell’Istituto G. M. Giberti per la formazione del Clero giovane e Direttore per la formazione permanente del Clero, come pure dal 1983 Direttore del “Centro istruzione e formazione religiosa della Diocesi.
La mano di Dio era su di lui e lo stava guidando per ben altre vie apostoliche, che forse don Bernardo neanche sospettava. Nel 1977 entrò nell’Istituto Paolino “Gesù Sacerdote”. Don Bernardo, a contatto con la Famiglia Paolina, pur rimanendo fortemente legato alla Diocesi e all’obbedienza al proprio Vescovo, formava il proprio cuore su quello di San Paolo, cioè sulla centralità di Cristo e sull’urgenza di portare il Vangelo a tutto il mondo di oggi e con i mezzi di oggi. In lui cresceva di giorno in giorno quella tenerissima devozione per Maria, Madre di Gesù, che egli amò e pregò in tutta la sua vita. Lo distingueva anche una particolare devozione al Papa.
La svolta sovietica con l’avvento di Gorbaciov, portò il Servo di Dio a Mosca, come studente prima, dal 2 luglio 1989, ma subito si rivelò un grande missionario. Offrì la sua disponibilità al nunzio Mons. Francesco Colasuonno, poi a S. E. Tadeusz Kondrusiewicz.
Fu fondatore e rettore del Seminario “Regina Apostolorum”; insegnante di Sacra Scrittura, conferenziere instancabile, fondatore e direttore di giornale “Svet Evangelia”, dell’Istituto Teologico “San Tommaso d’Aquino”. In occasione dell’Anno Giubilare era stato nominato Responsabile di tutte le iniziative per il Giubileo nell’ex Unione Sovietica.
Desideroso di aiutare e svolgere l’apostolato nelle Chiese più povere con il permesso del suo Vescovo P. Flavio Roberto Carraro, Vescovo di Verona, il Servo di Dio il 16 agosto 2001 passò, come vice-rettore del Seminario e Vicario Episcopale per la Pastorale, al servizio di S. E. Jan Pawel Lenga, a Karaganda, nel Kasakhstan, dove nella notte del 27 marzo 2002 terminò il suo pellegrinaggio terreno e andò incontro al Cristo Risorto.
L’Inchiesta Diocesana per la Beatificazione e Canonizzazione del Servo di Dio è stata aperta a Verona l’11 febbraio 2009 nella chiesa di San Luca in Verona e si è conclusa il 20 ottobre 2013 nella cattedrale di Verona.
I resti mortali del Servo di Dio sono stati traslati dal cimitero di Raldon (Verona) alla chiesa della stessa città.

Iter della Causa
Fase Diocesana
Diocesi di Verona
-Inchiesta Diocesana 2009/2013

Fase Romana
Consegna Atti Inchiesta Diocesana 23 ottobre 2013

Sito registrato nella